Cerca
  • Far cantare le cose

Coaching Orientato al Processo

Aggiornato il: 5 mag 2020

Il Coaching è una relazione d'aiuto e di supporto alla persona finalizzata al raggiungimento di obiettivi di crescita personale, professionale, di vita. Il Coaching Orientato al Processo trova le sue basi teoriche nel Process Work (Psicologia Orientata al Processo).

Si distingue da altri metodi per un'attenzione molto speciale alle esperienze e agli stati meno visibili e più sottili che sono presenti nella persona, non solo nella comunicazione verbale, ma in tutte quelle informazioni non intenzionali che emergono attraverso i segnali del corpo e i diversi canali percettivi. La parola "processo" si riferisce proprio a questo flusso di informazioni, tangibili e non, per come si manifestano momento per momento nel cliente.

La convinzione alla base di questo lavoro è che la persona abbia in sé tutto ciò che occorre per affrontare le difficoltà della propria vita. Il ruolo del coach non è portare soluzioni esterne, ma facilitare la consapevolezza delle risorse di ognuno, incluse quelle meno visibili e più sconosciute alla persona stessa. Il Coaching Orientato al Processo può essere un potente strumento di auto-consapevolezza e una pratica di lavoro interiore che consente alla persona di trovare dentro di sé risorse rinnovate, conoscere parti e aspetti meno familiari, che possono trasformarsi in alleati preziosi nel fronteggiare al meglio le situazioni della propria vita.

Gli strumenti che di volta in volta vengono utilizzati non seguono una procedura standard, sono personalizzati e contestuali, nel rispetto del processo del cliente e delle informazioni presenti nel momento. Tra i tanti possibili: role playing, esercizi corporei, attività espressive, simulazioni, esercizi di lavoro interiore. I colloqui di Coaching possono avvenire in presenza ed online, lungo un arco temporale che viene concordato con il cliente rispetto agli obiettivi di partenza.



101 visualizzazioni0 commenti